Venerdì, 18 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Bracconaggio, 5 falchi abbattuti a Reggio Calabria trovati dai carabinieri
GRAVI EPISODI

Bracconaggio, 5 falchi abbattuti a Reggio Calabria trovati dai carabinieri

Quella appena trascorsa è una settimana segnata da gravi episodi di bracconaggio nell’area dello Stretto di Messina. Il bilancio è di 5 falchi abbattuti, tutti nell’area metropolitana di Reggio Calabria, di cui 4 morti e un ferito, un Falco pecchiaiolo, attualmente in cura presso il Centro di Recupero animali selvatici di Messina, gestito dall’Associazione Mediterranea per la Natura (MAN) che, a causa delle lesioni riportate, non potrà mai più tornare a volare. "Questi crimini - dichiara Dante Caserta, Vice Presidente del WWF Italia - sono spesso associati ad altri gravi reati e sono compiuti, in maniera frequente e diffusa in tutto il Paese, da soggetti che non temono le ripercussioni, in quanto oggi gli strumenti normativi e sanzionatori posti a contrasto dei reati contro la fauna e la flora selvatiche sono assolutamente inadeguati rispetto al danno causato da chi si rende autore di queste condotte illecite. Ciò, oltre a privare la norma della sua funzione deterrente, vanifica, di fatto, l’enorme e prezioso lavoro delle forze di polizia e della Magistratura che, nonostante siano sempre più specializzati e sensibili rispetto a queste tematiche, non possono avvalersi di strumenti, anche investigativi, idonei a supportare l’azione penale e processuale che spesso si estingue prima di giungere a conclusione". (ITALPRESS).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook