Venerdì, 18 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reggio, latitante prima e detenuto dopo: i fedelissimi di Maurizio Cortese
“EPILOGO”

Reggio, latitante prima e detenuto dopo: i fedelissimi di Maurizio Cortese

di
Il collaboratore di giustizia svela ai magistrati della Dda i componenti il suo “cerchio magico”: un gruppo composto da mio suocero, Paolo De Lorenzo i fratelli Filocamo, da Barbaro Antonino e Luigi Chillino
epilogo, reggio calabria, Maurizio Cortese, Reggio, Cronaca
Giovanni Bombardieri

I fedelissimi di Maurizio Cortese. L’ex capo delle nuove generazioni della cosca Serraino, che ha saltato il fosso transitando tra i ranghi dei collaboratori di giustizia dopo l’arresto subito nell’operazione “Pedigree” nel mese di luglio 2020, disponeva di una sorta di cerchio magico, di gente a sua disposizione per consentirgli la latitanza (si dileguò in attesa che diventasse definitiva la sentenza di condanna “Epilogo” e scovato a cavallo tra agosto e settembre 2017 in un appartamento-rifugio sul viale Europa), provvedere alle sue esigenze economiche, e soprattutto della sua famiglia, nell'ultimo periodo di detenzione. Una rete di fiancheggiatori che Maurizio Cortese utilizzava anche per continuare ad esercitare il ruolo da boss emergente nonostante fosse recluso.

Leggi larticolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook