Questo sito contribuisce all’audience di Quotidiano Nazionale

Ospedale di Reggio, interdittiva alla coop che cura il trasporto dei pazienti

La Prefettura blocca la “Sanitelgest” per infiltrazioni della criminalità

Il servizio di trasporto secondario del Gom sotto la lente della Prefettura

Una delle società di assistenza sanitaria più conosciute e organizzate in città e nell’area metropolitana. Si abbatte anche sulla cooperativa “Sanitelgest” la scure dell’interdittiva antimafia. Secondo gli accertamenti e le verifiche del gruppo che si occupa di questo delicato settore e in base alle informative delle forze dell’ordine, la Prefettura ha adottato il provvedimento che di fatto impedisce ogni rapporto tra la stessa società e la pubblica amministrazione. Secondo la prefettura che ha emesso lo stop, ci sarebbero delle influenze della criminalità organizzata e adesso toccherà alla ditta, se vorrà, contestare questa ricostruzione. Il primo effetto di questo stop è sul Grande ospedale metropolitano che aveva assegnato proprio alla Sanitelgest- dopo regolare gara aperta- il servizio di trasporto secondario dei pazienti dal Gom ad altri presidi e ospedalieri, nonché del materiale biologico. Il 19 maggio scorso è stato adottato il provvedimento e quindi l’ospedale ha deciso di applicare quanto prevede il codice degli appalti e cioè ha deciso per la sospensione del rapporto in attesa della definizione della vicenda.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

Digital Edition
Dalla Gazzetta del Sud in edicola

Scopri di più nell’edizione digitale

Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale.

Leggi l’edizione digitale
Edizione Digitale

Caricamento commenti

Commenta la notizia