Domenica, 25 Luglio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Bufera sui vigili di Reggio, dalla denuncia agli arresti
I RETROSCENA

Bufera sui vigili di Reggio, dalla denuncia agli arresti

di
L'inchiesta partita dal racconto di un ambulante: «Ho paura per i miei figli se decidono che non devo più lavorare»

«Ho veramente paura per me e i miei figli. Ho paura perché non potrò più dargli da mangiare se i vigili decidono che non devo più lavorare». C’è un momento in cui, di fronte agli inquirenti, non riesce a trattenere l’emozione l’ambulante extracomunitario sentito dalla Guardia di Finanza nell’ambito dell’inchiesta sfociata in un terremoto alla Polizia locale. Due agenti ai domiciliari e sette sospesi per dodici mesi sono i risultati degli accertamenti su presunti “sequestri” illegittimi di merce sfociati in asseriti soprusi ma anche su illegittimità nel servizio di carroattrezzi e un sospetto giro di auto cannibalizzate per piazzare pezzi di ricambio. «Una vera e propria associazione criminale» asseriscono le Fiamme Gialle, il cui operato è confluito nell’ordinanza firmata dal gip, Vincenza Bellini, su richiesta del procuratore Giovanni Bombardieri, dell’aggiunto Gerardo Dominijanni e del pm Alessia Giorgianni. Le accuse, a vario titolo, sono di concussione, induzione indebita a dare o promettere utilità, falso ideologico e violenza privata.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook