Giovedì, 21 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Covid, settembre nero a Reggio: un morto al giorno. Sono nella quasi totalità non vaccinati
SANITÀ

Covid, settembre nero a Reggio: un morto al giorno. Sono nella quasi totalità non vaccinati

di
Da lunedì le terze dosi: i primi sono stati sei immunodepressi. Sospesa un’infermiera al Gom

I numeri del Gom parlano chiaro: oggi anche a Reggio le vittime del Covid sono per la quasi totalità non vaccinate. Lo conferma il “settembre nero”, che conta in ospedale la media di oltre un morto al giorno. Il totale, dall’1 settembre a ieri, è di 24 decessi. E da quando il Gom ufficializza i dati sulla vaccinazione delle vittime, cioè dal 9 settembre, soltanto una risulta immunizzata (una donna di 92 anni «con severe patologie concomitanti») mentre altre 16 non avevano ricevuto neanche una dose (il dato non è stato reso noto per le ultime due vittime di ieri).
Sempre al Gom, intanto, è partita la somministrazione dei “booster”, le terze dosi per i pazienti fragili (per adesso si tratta di dieci specifiche categorie). Lunedì, primo giorno di somministrazioni di richiamo, sono state inoculate sei terze dosi, ieri altre 5. In tutto sono attesi circa 500 pazienti immunodepressi, ma ci sono in vista altri step che dovrebbero coinvolgere a breve gli over80, gli ospiti delle residenze sanitarie assistite e gli operatori sanitari. E a proposito di operatori sanitari, c’è anche in questa categoria chi al vaccino non vuole proprio avvicinarsi. I primi sono stati sospesi dall’Asp con una serie di provvedimenti già nelle scorse settimane, adesso il provvedimento scatta per un’infermiera del Gom.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook