Mercoledì, 20 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca 'Ndrangheta, il controllo delle tumulazioni al cimitero: 13 anni a Giordano. Ecco le condanne
L'INCHIESTA

'Ndrangheta, il controllo delle tumulazioni al cimitero: 13 anni a Giordano. Ecco le condanne

di
Gli interessi criminali delle ’ndrine Rosmini e Zindato

Si è concluso con 7 condanne e 3 assoluzioni il processo “Cemetery boss”, definito con rito abbreviato dal Gup di Reggio a seguito dell'inchiesta della Procura distrettuale antimafia che ha ricostruito gli organici e gli interessi criminali delle ’ndrine Rosmini e Zindato, che condividono l’operatività nei quartieri Modena, Ciccarello, San Giorgio Extra e via Pio XI, e secondo le conclusioni degli inquirenti monopolizzavano al cimitero del rione Modena buona parte dei lavori relativi alla tumulazione ed estumulazione delle salme, l’edificazione e ristrutturazione delle cappelle funerarie, affidandoli esclusivamente alle ditte «vicine o espressione» degli ambienti della criminalità organizzata.
Pena pesante, 13 anni, a Francesco Giordano, secondo gli inquirenti il perno del quadro accusatorio in quanto considerato ai vertici della cosca Rosmini. 14 anni a Natale Crisalli. A Giuseppe Angelone sono stati comminati 11 anni e 8 mesi. Otto anni ciascuno a Rocco Richichi e Demetrio Messineo. Assolti Giovanni Rogolino, Giuseppe Casili e Cristina Pangallo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook