Mercoledì, 20 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reggina, Cionek il più presente. Galabinov bomber principe
SERIE B

Reggina, Cionek il più presente. Galabinov bomber principe

di
L’esperto difensore ha giocato per ben 630 minuti in 7 gare. Alle sue spalle ecco Lakicevic e poi l’insostituibile Crisetig

L'autogol, sfortunato, nell'ultima gara contro il Pisa, rappresenta l'unico inciampo di un avvio di stagione convincente per Thiago Cionek. Il rendimento del difensore brasiliano naturalizzato polacco, nelle prime uscite di campionato è stato persistente ed ha mostrato anche una condizione fisica invidiabile, palesata anche nei duelli contro attaccanti nettamente più giovani, vinti dal reggino con esperienza e agonismo. I più utilizzati Della leadership di Cionek non può fare a meno Alfredo Aglietti che, infatti, lo ha sempre impiegato in queste sette giornate di campionato, senza mai rinunciare alla sua presenza: con 630 minuti giocati è, insieme ad Ivan Lakicevic, il calciatore più utilizzato dal tecnico toscano.

Ma se per l'esterno serbo l'impiego è stato quasi forzato (l'alternativa Adjapong è costretto ai box da un guaio muscolare), la presenza del trentacinquenne centrale appare una scelta ponderata e voluta, figlia delle prestazioni sfoderate. Al fianco di Cionek si sono alternati prima il greco Dimitrios Stavropoulos, poi Vasco Regini, titolare nelle ultime tre gare.

Nel primato dei giocatori con maggiore minutaggio poteva esserci anche Alessandro Micai penalizzato però dall'ingenua espulsione rimediata Pisa, rosso che ha lasciato spazio tra i pali al debuttante Stefano Turati. Complice la squalifica di Micai, il giovane portiere del Sassuolo sarà chiamato a difendere la porta della Reggina nelle prossime tre gare di campionato.

Nella graduatoria amaranto dei calciatori maggiormente utilizzati, sempre più indispensabile Lorenzo Crisetig, fino al momento in campo per 606 minuti. A scorrere le statistiche di presenze e tempo giocato, Aglietti sembra volersi affidare ad uno zoccolo duro composto da alcuni calciatori maggiormente impiegati come Rivas che, al netto delle gare saltate per gli impegni con la nazionale, ha disputato sei partite e 512 minuti, Di Chiara (536 minuti) e Galabinov: il bulgaro, uno degli ultimi arrivati dal mercato, ha già in archivio sette presenze, le stesse dell'altro centravanti Adrano Montalto, ma con oltre 400 minuti in campo rispetto ai 285 del siciliano.

Il bomber Galabinov con le tre reti messe a segno contro Ternana, Crotoserne e Pordenone resta il miglior marcatore amaranto, dietro di lui Rivas, Hetemaj, Montalto e Menez, fermi ad un gol. L'attaccante francese sembra voler replicare la scorsa stagione che lo ha visto più assente che presente: al momento solo due gare su cinque, con un totale di 72 minuti in campo.

I cambi in corso Federico Ricci, nelle sue sei apparizioni in campionato è stato sempre rimpiazzato a gara in corso, poco dietro Galabinov, mentre Nicolò Bianchi e Daniele Liotti restano i calciatori che sono subentrati con più cadenza (5 volte).

Pochi assist A chiudere il ballo delle cifre quella degli assist, pochi, per l'esattezza solo tre: Cortinovis per Montalto contro la Spal, Bellomo a Lignano per Galabinov e Ricci a Crotone sempre per il bulgaro. Un dato risicato, figlio anche delle problematiche riscontrate nelle ultime uscite.

Gallo festeggia il compleanno

Lavorano ancora a parte Claud Adjapong e Jeremy Menez. Il resto del gruppo, ad eccezione dei calciatori impegnati con le nazionali, prosegue gli allenamenti al centro sportivo Sant'Agata in vista della sfida del 16 ottobre a Vicenza. È difficile ipotizzare il recupero o meno dei due calciatori infortunati, ormai assenti dal campo da un mese. L'auspicio di staff medico e tecnico è quello di riaverli a disposizione per la trasferta contro la squadra di Brocchi, anche se, la condizione atletica dopo il lungo stop non sarà certo ottimale. Il club ha festeggiato il compleanno del presidente della Reggina, Luca Gallo, con un video social che ha raccontato i tre anni alla guida del sodalizio amaranto, dall'arrivo in Calabria fino alla vittoria del campionato di Serie C.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook