Domenica, 05 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Depuratori a Reggio, il bando lascia aperta la porta all’internalizzazione?
I DUBBI

Depuratori a Reggio, il bando lascia aperta la porta all’internalizzazione?

di
Il futuro del servizio di manutenzione degli impianti di depurazione e della rete fognaria
depuratore, reggio calabria, Reggio, Cronaca
L’interno delle vasche dell’impianto di depurazione a Ravagnese

Finita la stagione delle proroghe. Attraverso un bando si affida il servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria di rete fognaria e impianti di depurazione del territorio reggino per dodici mesi, eventualmente rinnovabili per ulteriori dodici mesi. Un operazione adottata dal Comune che ha spiazzato le parti sociali rispetto al percorso che si tentava di costruire insieme. Una scelta che sembrava aver archiviato l’ipotesi di un eventuale internalizzazione del servizio. Tesi lungamente annunciata dagli amministratori di Palazzo San Giorgio che pensavano di far convergere in Castore il servizio. E invece il bando apre una nuova prospettiva. Infatti il bando prevede una «clausola di recesso anticipato, decorsi almeno 8 mesi, a seguito della conclusione positiva dell’iter di affidamento del servizio alla società in house Castore Spl srl ovvero, in qualunque momento, nel caso di sopravvenuto affidamento al gestore d’ambito del servizio in parola da parte dell’Autorità Idrica per la Calabria».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook