Mercoledì, 25 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reggio, il riconoscimento della vittima sui social “non vale”: assolto
LA SENTENZA

Reggio, il riconoscimento della vittima sui social “non vale”: assolto

Il Tribunale non riconosce la colpevolezza di un uomo individuato dalla vittima di rapina

Riconosciuto dalla vittima, viene assolto dall’accusa di rapina. Evidentemente, per il Tribunale, la descrizione non era sufficientemente dettagliata, o quantomeno tanto da giustificare una condanna al di là di ogni ragionevole dubbio. Protagonista della vicenda è Giuseppe Pellegrino, che rispondeva, in concorso con M.V., per il quale si sta procedendo separatamente, del reato di rapina a mano armata commesso ai danni di un noto esercizio commerciale di compro oro ubicato in via Sbarre Centrali. La pubblica accusa riteneva raggiunta la prova di partecipazione di Pellegrino al reato contestato sulla scorta delle dichiarazioni accusatorie rese dalla persona offesa, che al momento della rapina prestava la propria attività lavorativa quale cassiera all’interno del negozio. La donna aveva identificato, sin da subito, innanzi alle forze dell’ordine Pellegrino quale autore della rapina, avendo visionato le immagini dello stesso su un social network.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook