Domenica, 02 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca A Rosarno tornano i “fantasmi” nelle strade deserte

A Rosarno tornano i “fantasmi” nelle strade deserte

di
La stretta in vigore da ieri mentre in troppi ancora non dichiarano il contagio

Dodici centri della provincia reggina sono da ieri in zona arancione. A Rosarno, il centro più grosso tra quelli sottoposti a nuove restrizioni sulla base di un’ordinanza regionale fino al 9 gennaio, non ha colto di sorpresa visto il crescente dilagare nelle ultime settimane del virus che sta colpendo in prevalenza le fasce giovanili.
I dati resi noti sono impietosi: a Rosarno i contagiati “ufficiali” in atto sono oltre 250, mentre la conta di quelli che sfuggono volontariamente alla certificazione è del tutto fuori controllo. Lo testimonia il ricorso, sempre più affannoso, ai tamponi “fai da te” da parte di un elevato numero di persone, che si recano in farmacie e parafarmacie per acquistare il prodotto e farsi l’autoesame, sfuggendo così ad ogni obbligo di denuncia nel caso in cui dovessero risultare contagiati.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Calabria

 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook