Venerdì, 20 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Rifiuti a Reggio Calabria, rallenta la filiera: verso l’ennesima emergenza

Rifiuti a Reggio Calabria, rallenta la filiera: verso l’ennesima emergenza

di
A rischio il fragile equilibrio del settore che non può contare sulla trasferenza. Fermo da giorni per un guasto il termovalorizzatore di Gioia, mentre il capannone di Sambatello si avvia alla saturazione
reggio calabria, rifiuti, Reggio, Cronaca
L'impianto di Sambatello

Il termovalorizzatore di Gioia Tauro è fermo. Da giorni ormai l'impianto a causa di un problema pare alle caldaie, non accoglie più i rifiuti. E questo a catena genera un rallentamento alla filiera dei rifiuti. Il prossimo step se non si interviene sarà quello di rallentare la raccolta. Il capannone dell'impianto di trattamento rifiuti si avvia a grandi passi verso la saturazione. L'autonomia è ancora per pochi giorni, visto che da giovedì scorso la quantità di rifiuti in entrata è decisamente maggiore di quelli in uscita. Già da lunedì sono stati ridotti i conferimenti che non vanno oltre le 120 tonnellate. E questo inevitabilmente va a rallentare le operazioni di raccolta. Ancora una volta emerge la fragilità di un sistema che corre ormai da anni sul filo dell'emergenza. Ancora una volta il rischio è che si fermi la catena. E senza trasferenza fuori regione il rischio che si arrivi a una fase acuta dell’emergenza sembra qualcosa in più di un timore.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud – Reggio Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook