Lunedì, 15 Agosto 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reggio, centinaia di creditori si mettono in fila: l’Asp torna a sprofondare nell’inferno
SANITÀ

Reggio, centinaia di creditori si mettono in fila: l’Asp torna a sprofondare nell’inferno

di
Migliaia di debiti non pagati nel passato e poi “congelati” rischiano ora di affossare il bilancio dell’azienda
Reggio, Cronaca
La sede dell'Asp di Reggio Calabria

È un’azione a catena. I creditori dell’Azienda sanitaria provinciale sono passati all’assalto. Un anno di blocco delle procedure esecutive per il Covid e poi l’ultima beffa del decreto “Milleproroghe” avevano stoppato le pretese dei creditori dell’Asp ma adesso tutto è stato sbloccato e, come prevedibile, il Tribunale amministrativo regionale è sommerso di procedure volte a chiedere l’esecuzione di decreti ingiuntivi anche datati (alcuni anche relativi a cinque anni addietro) con nomina dei commissari ad acta in caso di mancata esecuzione delle sentenze. Già 13 le cause iscritte a ruolo nell’udienza fissata per il prossimo 9 marzo; ma al di là del numero delle cause, questo rischia di provocare un’ulteriore voragine nei già disastrati conti dell’Azienda e soprattutto erode i fondi del bilancio. Una situazione che continua inesorabilmente a compromettere le attività di programmazione dei servizi dell’ente sanitario.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook