Domenica, 29 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reggina, futuro in bilico dopo l'arresto di Gallo. Ma c'è l'amministratore. Versace: "Tutelare la città"
POSSIBILI SCENARI

Reggina, futuro in bilico dopo l'arresto di Gallo. Ma c'è l'amministratore. Versace: "Tutelare la città"

Reggio, Cronaca
Luca Gallo

Gli scricchiolii sulla tenuta finanziaria della Reggina 1914, società di calcio militante nella serie cadetta, già manifestatisi con il mancato versamento dei contributi Inps e quote Irpef - emolumenti del 2021 dovuti ai tesserati - costati due punti di penalizzazione in classifica generale qualche mese fa, con l’arresto del presidente del sodalizio amaranto, Luca Gallo, potrebbero trasformarsi in pericolosi crolli, tali da potere incrinare seriamente la tenuta della squadra.
Il sequestro preventivo delle attività che fanno capo al presidente della Reggina 1914 (la società sportiva non è coinvolta nell’inchiesta) per un valore di oltre 11 milioni di euro, emesso dal gip di Roma su richiesta di quella Procura della Repubblica, aggrava le prospettive della società calcistica calabrese, che pure, sotto la presidenza dell’imprenditore locale Lillo Foti, a cavallo tra il 1999 e il 2009, disputò 10 stagioni in serie A. Epico, addirittura, il campionato 2006/2007, sotto la guida di Walter Mazzarri, quando la compagine amaranto, deferita nel procedimento 'Calciopoli', nonostante la penalizzazione di quindici punti, poi ridotti in appello a undici, conquistò la permanenza in serie A all’ultima giornata, battendo il Milan in casa, neo-campione d’Europa. Dopo essere precipitata in serie C, la Reggina, rilevata da Gallo, nel 2019/2020 torna in serie B su decisione federale, poiché al momento dell’interruzione del campionato a causa del Covid, si trovava al primo posto in classifica.

Luca Gallo, incalzato dagli eventi, dalla tifoseria e da un futuro sempre più incerto, con una intervista a 'Trivenetogoal.it' il 17 marzo scorso, cercava di sedare gli animi: «La Reggina come da bilancio - affermava - ha un debito. A questo punto sta a me gestire questo debito, come altre società di A e di B. Non ho mai conosciuto una società di qualsiasi tipo che non abbia posizione debitoria, è quasi nella normalità che una società abbia dei debiti. Il grosso del debito che ha la Reggina 1914 è con l’erario, quindi la parte Irpef e Inps, derivante dal periodo del Covid, di circa 10-11 milioni di euro. Una volta sanato, la cittadinanza di Reggio deve stare tranquilla».
Bocche cucite, ovviamente, da parte di potenziali interessati a rilevare la società, mentre gli staff tecnici e i tesserati, sono all’improvviso precipitati in una situazione di estremo disagio, nonostante l’ormai raggiunta salvezza matematica. Roberto Stellone, l’allenatore che ha contribuito significativamente quest’anno alla permanenza in serie cadetta della squadra amaranto, richiesto da numerose società, potrebbe mollare gli ormeggi per altri approdi, mentre più incerta è la sorte di Massimo Taibi nel ruolo di direttore sportivo e responsabile delle squadre giovanili.

La Reggina non è oggetto di provvedimento di sequestro ma è controllata dalla società Amaranto, a sua volta controllata dalla M&G che è sotto sequestro. È stato nominato amministratore giudiziario l’avvocato Katiuscia Perna.

Le reazioni

"La Reggina è un patrimonio della Città, è prima di tutto dei reggini, ed in quanto tale deve essere difesa, a prescindere da qualsiasi cosa, da qualsiasi indagine o provvedimento delle autorità giudiziarie. Da istituzioni faremo tutto ciò che è in nostro potere per fare in modo che sia tutelata per come merita". Così in una nota il sindaco facente funzione della Città Metropolitana Carmelo Versace ha commentato la situazione della Reggina 1914, dopo la misura cautelare applicata al Presidente Luca Gallo

"Questa mattina ho avuto un breve e cordiale colloquio con l'Amministratore Giudiziario nominato dal Gip per le società di proprietà di Luca Gallo. Mi è stato ribadito, come è noto, che il provvedimento di sequestro non riguarda la Reggina ma la società controllante. Da parte nostra abbiamo manifestato la disponibilità delle istituzioni territoriali a collaborare, per tutto quanto rientra nelle nostre possibilità, facendo in modo che sia tutelata l'immagine della Città e della maglia amaranto, che è stata e per sempre rimarrà un patrimonio della comunità reggina, e che sia salvaguardato il progetto sportivo". Così in una nota il sindaco FF della Città Metropolitana Carmelo Versace. "L'Amministratore - ha spiegato ancora Versace - mi ha riferito che in queste ore sta acquisendo tutta la documentazione necessaria a definire il quadro d'insieme e abbiamo concordato un incontro, nei prossimi giorni, per approfondire le diverse problematiche e valutare le ipotesi più appropriate nell'ottica da noi auspicata di tutelare la Reggina, che appartiene prima di tutto ai tifosi e ai reggini ".

 

 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook