Domenica, 29 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Taurianova, era legato alla cosca Zagari-Avignone: sequestro di beni per 50 mila euro
CARABINIERI

Taurianova, era legato alla cosca Zagari-Avignone: sequestro di beni per 50 mila euro

Il provvedimento riguarda conti correnti e partecipazioni sociali. L'imputato, già in carcere, ha continuato a gestire l’attività commerciale attraverso la moglie

I Carabinieri della Compagnia di Taurianova, nei giorni scorsi, hanno dato esecuzione a un decreto di sequestro emesso dal Tribunale di Reggio Calabria – Sezione Misure di Prevenzione - nei confronti di uno dei principali imputati del processo “Spes contra Spem” relativamente a conti correnti e partecipazioni sociali per un valore superiore ai 50.000 euro.

L’attività d’indagine era stata condotta dai militari dell’Arma fra il 2020 e il 2021 e aveva permesso di riscontrare l’operatività della cosca di ‘ndrangheta ZagariAvignone nel territorio del comune di Taurianova. Per tali fatti, la Dda di Reggio Calabria aveva richiesto e ottenuto provvedimenti cautelari per 11 indagati, ritenuti a vario titolo dediti in maniera capillare e sistematica a soffocare il tessuto imprenditoriale del territorio taurianovese, attraverso plurime vessazioni e innumerevoli richieste estorsive in pregiudizio dei commercianti.

Nello specifico, l’esecuzione del provvedimento patrimoniale è stato disposto nei confronti di un appartenente alla consorteria mafiosa che, sulla base di meticolosi accertamenti di natura patrimoniale compiuti dai militari dell’Arma, è risultato essere l’unico amministratore nonché rappresentante di un’impresa che commercializza caffè in cialde. È stato altresì acclarato che, pur detenuto, l’imputato ha continuato a gestire l’attività commerciale attraverso la moglie.

L’esecuzione del sequestro è stata attuata dai Carabinieri congiuntamente all’amministratore giudiziario nominato dal Tribunale di Reggio Calabria, in ottemperanza alle disposizioni sancite del Codice Antimafia. Possibili sviluppi potrebbero aversi all’esito dell’udienza in camera di consiglio nell’ambito della quale verrà definito il procedimento di prevenzione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook