Mercoledì, 06 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Portigliola “infiltrata”, incredulità e amarezza
LA DECISIONE

Portigliola “infiltrata”, incredulità e amarezza

di
Consiglio sciolto ed elezioni cancellate

Rammarico e costernazione. Sono queste le parole più diffuse nell’ambiente politico di Portigliola all’indomani della decisione del Consiglio dei ministri, di sciogliere il Consiglio Comunale su proposta della ministra dell’Interno Luciana Lamorgese. Una decisione assunta all’esito della relazione presentata dalla Commissione d’accesso antimafia che si era insediata in Comune lo scorso settembre, prorogata per ulteriori tre mesi, che ha esaminato l’operato dell’Amministrazione guidata dal sindaco Rocco Luglio. La commissione di accesso ha evidentemente riscontrato «la sussistenza di forme di infiltrazione e di condizionamento di tipo mafioso o similare, tali da determinare un’alterazione del processo di formazione della volontà degli organi elettivi e amministrativi, e da compromettere il buon andamento o l’imparzialità dell’amministrazione comunale e il regolare funzionamento dei servizi».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook