Lunedì, 28 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Locride, ’Ndrangheta connection: la Procura ricorre contro tre assoluzioni
IL PROCESSO

Locride, ’Ndrangheta connection: la Procura ricorre contro tre assoluzioni

di
Reggio, Cronaca
Il tribunale di Locri

La Procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria, nell’ambito del processo scaturito dall’operazione “Pollino – European ’Ndrangheta Connection” che si è concluso con il rito ordinario al Tribunale di Locri, ha proposto appello nei confronti di Domenico Pelle (cl. ’50), Giuseppe Pelle e Giovanni Giorgi (cl. ’66) con richiesta di riformare la sentenza di primo grado con conseguente condanna «alla pena ritenuta equa».
Il pm Diego Capece Minutolo ha impugnato le assoluzioni da tutti i reati contestati ai due Pelle e l’assoluzione per il reato di partecipazione ad un’associazione per delinquere di stampo mafioso disposta dal Tribunale di Locri per il 56enne Giorgi, condannato in primo grado a complessivi 14 anni e 8 mesi di reclusione per altri reati, comprese le ipotesi di intestazione fittizia di beni e autoriciclaggio, in relazione ad attività commerciali operative in Germania. Con sentenza del febbraio scorso i giudici di Locri hanno assolto Domenico Pelle e Giuseppe Pelle, rispettivamente padre e figlio, dal reato di importazione di cocaina con la formula “per non aver commesso il fatto”. La Procura reggina sostiene che il Tribunale ha erroneamente assolto i due imputati.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio Calabria

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook