Mercoledì, 08 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca 'Ndrangheta, processo Martingala: sei assoluzioni e rideterminata una condanna
NELLA LOCRIDE

'Ndrangheta, processo Martingala: sei assoluzioni e rideterminata una condanna

Reggio, Cronaca
Il tribunale di Reggio Calabria

Sei assoluzioni e una condanna con pena ridotta rispetto al primo grado quando, nel 2020, tutti gli imputati erano stati giudicati colpevoli. Si è concluso così, in Corte d’Appello a Reggio Calabria, lo stralcio del processo «Martingala» celebrato con il rito abbreviato. Il processo nasce da un’inchiesta della Dia e della guardia di finanza secondo cui vi sarebbe stato un articolato sodalizio criminale a Bianco, nella Locride, che godeva di ramificazioni in molte regioni d’Italia e all’estero. Dall’indagine sarebbe emersa una strategia mirata a utilizzare società di comodo per riciclare denaro sporco e reinvestire i proventi della 'ndrangheta. I principali indagati dell’inchiesta coordinata dalla Dda di Reggio Calabria, avevano scelto il rito ordinario e sono ancora sotto processo. Lo stralcio dell’abbreviato, invece, si è concluso oggi davanti alla Corte d’Appello che ha ribaltato la sentenza di primo grado assolvendo da tutte le accuse l'imprenditore Domenico Gallo, che in primo grado aveva rimediato una condanna a 6 anni e 8 mesi di carcere. Assoluzione anche per Pierfrancesco Arconte, Domenico D’Agostino, Francesca Ceravolo, Serafina Ceravolo e Antonio Nicita. È stata rideterminata, infine, a un anno e 10 mesi con pena sospesa, la condanna per Giulio Barbitta per il quale sono state riconosciute la circostanza aggravanti mentre è stata esclusa, così come nel primo processo, l’aggravante mafiosa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook