Mercoledì, 08 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reggio, si allargano le aree cittadine dove l’acqua non è potabile
L'ORDINANZA

Reggio, si allargano le aree cittadine dove l’acqua non è potabile

di
Terza ordinanza in poche settimane dopo le verifiche dell’Asp

Nuova ordinanza di interdizione all’uso dell’acqua potabile nella zona collinare della città. Il provvedimento emesso dal sindaco facente funzioni Paolo Brunetti è il terzo nel giro di qualche settimana ed è arrivato a seguito della nota dell’Asp Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione del 15 dicembre con la quale è stato comunicato l’esito delle analisi di laboratorio dei campioni di acqua potabile, prelevati da personale Asp, presso il Serbatoio Comunale denominato Vinco in località Castagneto.
Alla luce di questa comunicazione il Comune ha disposto l’interdizione temporanea dell’uso dell’acqua derivato dall’esigenza, al fine di garantire la tutela della salute pubblica e le condizioni di sicurezza igienico-sanitarie. Tecnicamente è stata decretata la non potabilità dell’acqua nelle zone della contrada Sant’Oliva, Vinco Superiore,Vinco, Pavigliana, Contrada Fornace di Pavigliana, Contrada Morello di Cannavò, Via Provinciale Cannavò Pavigliana, Borgo San Nicola di località Cannavò, Riparo Vecchio in località Cannavò, «nelle more di attuazione dei necessari interventi per il rientro dei parametri e negli standard di qualità fissati secondo le indicazioni dell’Azienda Sanitaria provinciale di Reggio Calabria».
Solo nel mese scorso erano arrivate due ordinanze dello stesso tipo.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook