Venerdì, 23 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
LA FESTA

A Rende le celebrazioni per ricordare i 50 anni della legge istitutiva dell'università calabrese

di

"Ricordare il passato con gli occhi rivolti al futuro". Lo ha detto ieri il magnifico rettore, professor Gino Mirocle Crisci, nell’ambito delle celebrazioni dei 50 anni dalla Legge istitutiva dell'Ateneo Calabrese, firmata il 12 marzo del 1968, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 103 del 22 aprile dello stesso anno.

"Beniamino Andreatta – ha detto il rettore Crisci – è stato vitale soprattutto nell’estensione dello statuto della nostra università. Uno statuto molto innovativo che ha da una parte il centro residenziale e dall’altra aveva introdotto i dipartimenti che poi sono sati ripresi dalla Gelmini solo nel 2012". "Uno statuto che andrebbe studiato ancora oggi per la sua particolare importanza. Senza Andreatta penso che avremo boccheggiato per molti anni".

La versione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione della Gazzetta del Sud.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook