Martedì, 18 Dicembre 2018
stampa
Dimensione testo
MUSICA E TEATRO

La Divina Commedia in versione musical al Palacalafiore di Reggio Calabria

di

Antonello Angiolillo (Dante), Andrea Ortis (Virgilio), Myriam Somma (Beatrice), Manuela Zanier (Francesca, Matelda), Angelo Minoli (Ulisse, Guido Guinizzelli), Francesco Iaia (Caronte, Ugolino, Cesare, San Bernardo), Mariacarmen Iafigliola (Pia dei Tolomei, la Donna), Brian Boccuni (Catone, l’Uomo, San Tommaso), Daniele Venturini (Pier delle Vigne, Amaut Daniel), Noemi Borsi (Maria). Sono i grandi protagonisti de “La Divina Commedia”, opera-musical di Marco Frisina che, con l’accattivante voce narrante di Giancarlo Giannini e le acrobazie di un numeroso corpo di ballo, dopo dieci anni, torna stasera e domani (ore 21), al Palacalafiore per l’unica tappa in Calabria e Sicilia.

Imponenti l’allestimento di proiezioni in 3D e l’impianto scenografico dotato di 50 scenari mozzafiato e oltre 200 costumi che faranno da sfondo al duplice viaggio, fisico e spirituale, di cui è protagonista Dante sul sentiero che incrocia i regni dell’Inferno, del Purgatorio e del Paradiso. L’evento è stato pensato anche quale momento formativo per gli studenti che parteciperanno ai matinée divisi nelle due giornate e per i quali i riflettori si accenderanno già questa mattina e sabato con inizio alle ore 10.15.

«Aspettiamo ottomila ragazzi in rappresentanza di diversi istituti scolastici della regione: un record che scrive una nuova pagina di entusiasmo e partecipazione – ha sottolineato Ruggero Pegna nel corso della presentazione tenutasi a Palazzo Alvaro – , che rende speciale la festa di musica, spettacolo e cultura».

Al fianco del promoter lametino- impegnato contemporaneamente anche al teatro Rendano di Cosenza dove questa sera partirà il minitour calabrese del Musical originale “Flashdance” – gli assessori comunali Irene Calabrò, Giovanni Latella ed il delegato grandi eventi Nicola Paris hanno ribadito «l’importanza della due giorni reggina quale veicolo di promozione culturale e di immagine per l’intera Calabria». Ma soprattutto, tanta curiosità per la scenografa e produttrice Lara Carissimi, per il “Dante” Antonello Angiolillo e per il “Virgilio” Andrea Ortis che ha firmato e revisionato la regia. A loro, infatti, è stato consegnato il Riccio d’argento, una delle creazioni identitarie del festival promosso da Pegna, a firma dell’orafo Gerardo Sacco, quale premio per la “Migliore Produzione di Opera Musicale Moderna” della trentaduesima edizione di “Fatti di Musica”, il Festival del Live d’Autore ideato e diretto da Pegna, che ogni anno propone in Calabria concerti e spettacoli musicali di grande livello.

Un percorso che si avvia a conclusione con  “La Divina Commedia” e “Flashdance” (quest’ultimo, tratto dal memorabile pellicola del 1983 diretta da Adrian Lyne, dopo Cosenza e Catanzaro approderà l’8 dicembre al Cilea di Reggio). Saranno, infatti, questi due musical molto attesi a chiudere l’edizione 2018 del Festival realizzata in collaborazione con l’assessorato alla Cultura della Regione Calabria, nell’ambito dei Grandi Festival Internazionali Storicizzati e, per alcune sezioni, con il Festival “Alziamo il sipario” dell’ assessorato cittadino alla Cultura.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X