Domenica, 15 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
CONTO ALLA ROVESCIA

Reggio, beni comunali destinati al welfare: sbloccati due progetti del Pon

di
ausilioteca di Archi, beni culturali Reggio, ex colonia di Catona, progetti pon, welfare, Reggio, Calabria, Economia
Il Comune di Reggio Calabria

Si sblocca l'iter di due interventi a carattere sociale, a Reggio. Le operazioni finanziate attraverso i fondi Pon per circa due milioni di euro riguardano il recupero dell'ex colonia di Catona, e la trasformazione dell'ausilioteca di Archi in un nuovo centro sperimentale per i disturbi dell'autismo. Per entrambi gli interventi sono stati affidati i lavori di progettazione definitiva ed esecutiva.

Per entrambi i casi escono dalle paludi progetti che hanno alimentato le speranze. Lo scorso anno, nel mese di giugno, alcune mamme avevano incalzato l'amministrazione comunale per far partire il progetto che porta i ricercatori del Cnr in riva allo Stretto per creare un centro sperimentale rivolto ai bambini affetti dallo spettro dell'autismo. Un'operazione che nasce dal protocollo d'intesa sottoscritto dall'Amministrazione comunale, con l'Isasi di Napoli. Ricerche che utilizzano dei robot per relazionarsi con i bambini, in un percorso che condotto assieme alle famiglie ha riscontrato risultati incoraggianti. Il tutto con un finanziamento da 1,2 milioni di euro del Poc, il programma complementare al Pon, scelta che consente di garantire anche una fase di start up e i macchinari d'avanguardia. I tempi allora previsti per utilizzare i fondi, dettano come scadenza il mese di dicembre 2020. E il progetto dovrà seguire le indicazioni dettate dai tecnici del Cnr. Progetto la cui stesura è stata affidata, (tramite affidamento diretto) ad un professionista esterno, alla luce della carenza di organico dell'ente.

Quindi parte il conto alla rovescia per dare una nuova vita alla struttura. Era stata progettata negli anni Novanta nell'ambito del progetto Urban, ma l'ausilioteca di Archi non è mai entrata in funzione. È rimasta una scatola vuota per diverso tempo, i vandali hanno fatto nel corso degli anni più incursioni, distruggendo tutto quello che non si poteva portare via.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Reggio Calabria in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook