Sabato, 28 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Crisi, Confcommercio Reggio lancia 4 idee
IL DIALOGO

Crisi, Confcommercio Reggio lancia 4 idee

Proficuo incontro con gli amministratori di Palazzo San Giorgio per dare ossigeno alle imprese. Labate: «Ci auguriamo che il Comune condivida la nostra linea della concretezza»
Reggio, Economia
Lorenzo Labate - presidente Confcommercio Reggio

Quattro i punti salienti sui quali si è incentrato l’incontro con l’amministrazione comunale richiesto da Confcommercio, al quale hanno preso parte gli assessori ai Tributi e alle Società comunali, Francesco Gangemi, alle Attività Produttive, Angela Martino, alla Polizia Municipale Giuggi Palmenta. Il presidente di Confcommercio Lorenzo Labate e il direttore Fabio Giubilo hanno presentato un documento sulle priorità che investono il commercio e, nell’ottica della condivisone e della proficua collaborazione, si confida in risposte rapide e risolutive da parte dell’Amministrazione comunale. «In un momento in cui si rende più che mai importante fornire segnali di attenzione e di vicinanza ai commercianti – dichiara il presidente Labate – un gesto positivo è stato la presenza al tavolo di tre componenti la Giunta comunale ai quali abbiamo avuto modo di illustrare specifiche richieste relative a temi sui quali l’amministrazione comunale ha potere di incidere: caro energia; tributi locali; sosta in centro; iniziative di promozione del territorio anche in vista delle festività natalizie».

Caro energia

Verifica della possibilità di storno dei fondi che ancora residuano sul Bando Economia Circolare (già scaduto e prorogato al 12 dicembre) su interventi una tantum in favore delle imprese a copertura del costo bolletta luce e gas laddove aumentato rispetto all’anno precedente almeno dell’80%; utilizzo di fondi specifici finalizzati ad assicurare aiuti economici agli imprenditori delle categorie più colpite per pagamenti bollette luce e gas.

Tributi locali

Intervento urgente di dilazione/rateizzazione degli avvisi di pagamento, delle cartelle di pagamento Hermes; riduzione delle tariffe ex Tosap per i pubblici esercizi (già richiesto a febbraio) sfruttando la facoltà per i Comuni di prevedere l’esenzione o la riduzione del canone; possibilità per i pubblici esercizi di definizione ridotta e agevolata del pagamento dell’ex Tosap per i mesi trascorsi (a decorrere da aprile) durante il quale si è operato in un quadro regolatorio non chiaro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook