Lunedì, 09 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
L'INTERVISTA

Calabria, il presidente della Regione: "L’acqua deve avere una gestione pubblica"

di

Reggio e l’acqua del Menta. Una storia infinita che, con il trascorrere degli anni, sembrava acquisire i contorni sfumati della leggenda. Da questa mattina, però, l’acqua del Menta per Reggio diventa una splendida realtà per merito, soprattutto, del governatore Mario Oliverio.

Governatore, siamo arrivati a un appuntamento storico per Reggio e la Calabria. Dopo anni di problemi finalmente la città potrà avere l'acqua. Una circostanza questa che dovrebbe essere la normalità, ma così non è stato per almeno 30 anni: cosa si sente di dire ai cittadini di Reggio?

«Storico è un termine, spesso abusato, ma in quest’occasione, giusto. La vicenda della Diga del Menta è un racconto emblematico che vale per tutto il Mezzogiorno: ingenti risorse investite, lavori infiniti e interrotti con opere vandalizzate, il rischio di una nuova grande incompiuta. Nello stesso tempo una città con acqua razionata, con un elevato valore di salinità e le famiglie prive di un servizio primario. Ricordo le rivolte estive per l’acqua di interi quartieri della città di Reggio. L’acqua non è un servizio qualunque, incide nella vita e nelle abitudini delle persone e delle famiglie. Non potevo non assumere il completamento della Diga del Menta come prioritario nel mio programma di governo della Calabria. Sono pienamente soddisfatto del risultato».

L'edizione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione cartacea della Gazzetta del Sud.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook