Giovedì, 12 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
VILLAGGIO DELLA SOLIDARIETA'

Case popolari a Rosarno, il sindaco: "Ai migranti, ma anche ai rosarnesi"

di
alloggi popolari palmi, case ai rosarnesi, migranti, Giuseppe Idà, Reggio, Calabria, Politica
Gli alloggi popolari di contrada Sericella a Rosarno

È ancora vivo nella mente del sindaco Giuseppe Idà il ricordo delle 12 famiglie che, nel 2016, occuparono al grido di «prima i rosarnesi», il “Villaggio della solidarietà”, che avrebbe dovuto ospitare un centro di accoglienza per i migranti. Al primo cittadino toccò l’ingrato compito di firmare l’ordinanza di sgombero attirando su di sé l’ira non solo degli occupanti, ma anche di una parte dei suoi concittadini.

Anche per questo motivo, l’amministrazione comunale sta facendo pressione per cambiare destinazione d’uso di circa 36 appartamenti, 30 in via Serricella e 6 in via Maria Zita, la cui costruzione è stata finanziata dalla Regione e la cui assegnazione ai migranti è vincolata.

«L’amministrazione comunale – ha dichiarato Idà – ha il dovere di andare incontro alle esigenze dei rosarnesi che vivono in condizione di indigenza. Per questo motivo abbiamo chiesto ai vari organi istituzionali di cambiare destinazione d’uso e aprire le graduatorie di assegnazione degli alloggi finanziati con l’housing sociale anche ai nostri cittadini». Una richiesta che, però, non sarebbe limitata ai 36 alloggi.

Leggi l’articolo completo su Gazzetta del Sud – edizione Reggio in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook