Domenica, 18 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
L'INVITO

Reggio, sanità a pezzi: il sindaco scrive al commissario Cotticelli

di
falcomatà scrive a cotticelli, reggio, sanità, Giuseppe Falcomatà, Saverio Cotticelli, Reggio, Calabria, Politica
Il sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà

In qualità di massima autorità sanitaria sul territorio il sindaco di Reggio scrive al generale Saverio Cotticelli. Incalza il commissario ad acta al piano di rientro della sanità calabrese a tenere accesi i riflettori sulle vicende reggine. 

Falcomatà chiede «di individuare le date per realizzare questo giro conoscitivo che le consentirà di verificare le eccellenze del territorio, che però sono in gravi difficoltà a causa del piano di rientro, e della sua attuazione, che incide notevolmente sui livelli assistenziali, offerti ai cittadini della Città Metropolitana provocando anche pericolosi riflessi occupazionali in un territorio che invece avrebbe bisogno di produrre nuovi posti, oltre che tutelare gli esistenti».

A distanza di qualche settimana dalla deliberazione del Consiglio metropolitano, nel silenzio da parte del generale, il primo cittadino ha preferito scrivere per sollecitare una risposta da parte di chi guida la sanità calabrese.

In mancanza di un riscontro da parte del commissario il sindaco metropolitano «sarà convocata una riunione straordinaria del Consiglio aperto alle associazioni di tutela dei diritti dei malati, degli ordini professionali, delle organizzazioni sindacali e di tutta la cittadinanza».

Per saperne di più leggi la versione integrale dell’articolo su Gazzetta del Sud – Reggio in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook