Martedì, 14 Luglio 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Reggio Calabria riparte con un buco di 20 milioni, Comune a rischio bancarotta
LA CRISI

Reggio Calabria riparte con un buco di 20 milioni, Comune a rischio bancarotta

di
comune reggio, coronavirus, Giuseppe Falcomatà, Reggio, Calabria, Politica
Il Comune di Reggio - foto Attilio Morabito

Venti milioni di euro in meno di mancati introiti. Un dato enorme quello che il Comune di Reggio stima per la decisione di sospendere la riscossione dei tributi a causa del coronavirus e del devastante impatto economico che l'emergenza sanitaria ha avuto sui cittadini e sull'economia cittadina.

Una cifra che lievita se si considerano molti altri centri del Reggino che hanno adottato le stesse misure. Sospeso l'incasso della tassa sui rifiuti e sull'acqua che sono i due tributi che pesano di più, il Comune rischia davvero il tracollo finanziario se non arriveranno, e anche in tempi rapidi, interventi che favoriscono la liquidità.

Per questo il sindaco metropolitano, Giuseppe Falcomatà, lancia un accorato appello temendo ricadute gravissime sull'ente: «Se si fermano le Città si ferma il Paese. Il Governo nazionale dia risposte ai Comuni o il rischio è quello della bancarotta collettiva e di un generale lockdown dei servizi».

L'articolo completo nell'edizione odierna di Reggio della Gazzetta del Sud.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook