Mercoledì, 20 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Africo “autogestita”: sarà la volta buona?
ELEZIONI

Africo “autogestita”: sarà la volta buona?

di
Due liste in un paese “sfiduciato” dagli scioglimenti per infiltrazioni mafiose: il 7 e 8 novembre l’elezione di un sindaco è certa

Africo torna alle urne a quasi due anni dall'ultimo scioglimento del consiglio comunale per “condizionamenti da parte delle locali organizzazioni criminali", il terzo per l'esattezza, anche se va detto che il primo ha visto il reintegro dell’amministrazione dopo il ricorso al Tar. Saranno Domenico Modaffari e Vincenzo Caccavari a correre il 7 e 8 novembre per ritorno della democrazia ad Africo: due candidati anziché uno come si è paventato per settimane, allontanando così il timore di dover raggiungere il previsto quorum. Da una parte la lista "Democrazia, Diritti e Libertà per Africo" guidata da Caccavari, dall'altra Domenico Modaffari che si era presentato alla cittadinanza lo scorso 23 settembre con il suo movimento "Africo in alto: Azione Popolare in Comune". Ora è ufficialmente una lista, che vuole avere un ruolo importante nel rilancio della democrazia ad Africo, cercando di riavvicinare la gente alla cosa pubblica.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook