Lunedì, 05 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Reggio, il movimento "La Strada" rilancia la questione morale
L'ANALISI

Reggio, il movimento "La Strada" rilancia la questione morale

di
Pazzano: «Sono stati otto anni di devastazione della città. Si deve demolire e ricostruire tutto»
Reggio, Politica
Saverio Pazzano

«La vittoria della Destra era una storia già scritta. Perché il PD abbia giocato a perdere, chiudendo a ogni alleanza sensata, lo scopriremo, forse, tra qualche mese di sangue e lacrime e di enormi costi sociali. Considerate le riforme distruttive del sistema sociale messe in atto dal campo del centro-sinistra negli ultimi anni, in proporzione perfino la Destra farà danni limitati sul piano delle politiche del lavoro, dell’istruzione, della sanità. È sui diritti civili, sulla visione di Paese, che si gioca la differenza principale, su quell’idea di Italia plurale, multiculturale ed europea che è un dato storico che la Destra vuole negare». Saverio Pazzano, consigliere comunale di “La Strada”, la prende larga ma poi affonda come un bisturi nei guai di Reggio e del centrosinistra che la amministra da otto lunghi anni.
«Il problema – continua – è che in una sconfitta dell’area progressista, che pare costruita a tavolino tanto è perfetta, si vede l’unico interesse del PD: piazzare i propri, e amen. Ripartire dai feudi, dalle correnti e aspettare il momento buono per risalire in sella da protagonisti. La vittoria al Sud e il trionfo in Calabria del M5S sono la risposta parziale e temporanea a una domanda che rimane inevasa dai tempi in cui si delineò il concetto di questione meridionale: politiche del lavoro attive, politiche culturali, politiche di contrasto alle massomafie. Una parte di voto di opinione che si concentra su questi enormi e irrisolti bisogni e che non ha trovato nessun partito di sinistra in grado di dare concrete soluzioni: per limiti oggettivi il PD (che è un partito conservatore a tutti gli effetti, con tracce di progressisti all’interno, e con bravi elementi tra gli amministratori locali, che però nelle dinamiche nazionali contano almeno quanto me che scrivo queste cose), per scarsi o nulli risultati elettorali quasi tutti gli altri».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook