Questo sito contribuisce all’audience di Quotidiano Nazionale

Oppido Mamertina, il “San Sebastiano” torna da Milano

L'opera di Benedetto da Maiano. È stato esposto al Castello Sforzesco nell’ambito della mostra “Il corpo e l’anima”

Con la conclusione della mostra “Il corpo e l’anima”, organizzata in collaborazione con il Museo del Louvre di Parigi al Castello Sforzesco di Milano, l’opera “San Sebastiano” di Benedetto Maiano è pronta per fare il suo ritorno a Oppido Mamertina. Un viaggio intenso e ricco di significato per un capolavoro che ha arricchito un progetto capace di evidenziare, attraverso la scultura e i suoi sincretismi multidisciplinari, i principali temi che hanno percorso l’arte italiana nel Quattrocento. La scultura “San Sebastiano”, attribuita al Gagini e poi ricondotta a Benedetto da Maiano, viene identificata come parte della pala marmorea eseguita per la cappella Correale del Monastero di Santa Caterina d’Alessandria a Terranova Sappo Minulio. Nell’opera appartenente al Museo Diocesano di Oppido Mamertina, il santo viene rappresentato calmo e inerme, pronto ad accettare senza esitazione il destino imposto. Nell’ambito della mostra milanese, la Soprintendenza ABAP RC-VV ha curato l’iter autorizzativo della partecipazione dell’opera alla prestigiosa galleria, sotto lo sguardo attento della dottoressa Daniela Vinci.

 

Caricamento commenti

Commenta la notizia