Domenica, 04 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Reggina, prima il Sudtirol poi le ultime mosse di mercato
SERIE B

Reggina, prima il Sudtirol poi le ultime mosse di mercato

di
Inzaghi sta valutando le scelte in vista del match interno di domani. Camporese al posto di Cionek, spazio anche a Di Chiara e Majer. Hernani resta in pole position per rafforzare il centrocampo

Calciomercato momentaneamente in pausa, almeno fino a lunedì. La concentrazione è totalmente rivolta al campo e alla sfida di domani sera contro l’esordiente Sudtirol.
Dopo aver ufficializzato la cessione in prestito di Gavioli alla Pro Patria, difficilmente in questo weekend il club amaranto andrà a concludere altre trattativa, sia in entrata che in uscita. La strategia appare chiara. Prima la terza gara di campionato, poi la definizione delle ultime negoziazioni, nei quattro giorni rimanenti prima del “gong”.
La società conta di chiudere tutti i puzzle. Ingaggiare un esterno destro difensivo under (in lista restano Ferrarini e Bayeye) ed un centrocampista (Hernani pista privilegiata, ma occhio a situazioni che potrebbero svilupparsi all’improvviso nel caso la trattativa per il brasiliano si complicasse). In partenza restano l’esterno Situm, il centrocampista Ejjaki (ormai praticamente della Fermana) e gli attaccanti Montalto e Provazza (vicino al prestito alla Vis Pesaro).

La sfida

Parlerà solo il campo domani, con gli uomini di Inzaghi chiamati a cancellare la sfortunata sconfitta di Terni e “riallacciare” ogni discorso intavolato a Ferrara, al debutto in campionato. Sarà fondamentale non sottovalutare l’avversario. La Serie B, questa in particolare, è tra le più difficili ed equilibrata della storia. Il Sudtirol, nelle prime uscite, ha pagato lo scotto del debutto raccogliendo solo sconfitte ma, soprattutto contro il Venezia, è andata molto vicina all’impresa. È una compagine che paga ancora l’incertezza sull’allenatore (in panchina ci sarà Greco, ma è sempre più probabile l’arrivo di Pierpaolo Bisoli) dopo l’esonero di Zauli, ma che in campo “vende cara la pelle”.
Il neo arrivato Marconi potrebbe subito guidare l’attacco biancorosso con uno spiegamento a tre punte simile a quello della Reggina.
Gli amaranto dovranno essere intraprendenti, audaci e concreti per non aggiungere difficoltà al match.
In questi giorni lo staff tecnico con Inzaghi in testa, hanno valutato attentamente i calciatori per scegliere l’undici più idoneo per la partita del Granillo e decidere se e quanto cambiare rispetto alla formazione titolare schierata contro la Ternana domenica scorsa.

I ballottaggi sono almeno quattro e riguardano tutti i reparti anche se i dubbi principali sono in attacco, sia sugli esterni che nel ruolo di riferimento centrale. Sulla linea difensiva si dovrebbe rivedere dal primo minuto Camporese al posto di Cionek, così come Di Chiara si candida per la posizione di terzino” sinistro nei quattro arretrati a discapito di Giraudo. Forza fresche e idee differenti si attendono a centrocampo dove uno tra Majer e Lombardi è pronto a scendere in campo dall’inizio con Liotti che invece potrebbe andare in panchina. Numerose soluzioni e alternative in avanti dove l’unico che sembra certo del posto è Rigoberto Rivas sull’out mancino. Ricci, Canotto, Menez, Gori e Santander: cinque uomini per due maglie.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook