Sabato, 26 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Sport

Home Sport Reggina, abnegazione e razionalità le parole d’ordine per domenica
SERIE B

Reggina, abnegazione e razionalità le parole d’ordine per domenica

La sfida con il Benevento di Cannavaro può rappresentare un punto di svolta per il campionato del gruppo di Inzaghi

Abnegazione e razionalità. La Reggina prepara il “lunch match” di domenica contro il Benevento consapevole delle molteplici insidie della sfida. Arriverà al Granillo una compagine di qualità, attualmente contingentata in una classifica per nulla corrispondente ai valori dell’organico, tra i migliori della categoria nonostante le cessioni del mercato estivo. L’avvicendamento in panchina con l’arrivo di Cannavaro e l’esonero del reggino Fabio Caserta sembrano aver impresso buoni stimoli alla squadra campana reduce dal successo di Ferrara e da alcune prestazioni convincenti.
L’ex pallone d’oro, inoltre, potrebbe recuperare molti titolari per la sfida di Granillo, Viviani e Acampora pronti a tornare in campo già dal primo minuto. Dal canto suo, invece, la Reggina vorrà proseguire il suo percorso di maturità visto nel tris di partite con Cagliari, Genoa e Venezia che ha fruttato sette punti. Agli amaranto servirà l’ennesima prova intrisa di attenzione e capacità di concretizzare le occasioni offensive.
Inzaghi potrebbe variare un paio di pedine rispetto all’undici iniziale di Venezia: in difesa e in attacco si profilano i cambi, Di Chiara è in vantaggio su Giraudo mentre al centro del reparto offensivo resta il ballottaggio Gori-Menez. Sulla via del recupero il paraguaiano Santander che o per questa sfida o per la trasferta di Brescia dovrebbe rientrare tra i convocati.
Difficile intravedere modifiche sulla mediana, in questo momento Majer-Fabbian e soprattutto Hernani sembrano “intoccabili” anche se Crisetig scalpita e Obi vorrebbe tornare in campo. Le soluzioni a disposizione di Inzaghi sono tante e tutte di qualità: in questi giorni il tecnico valuterà l’andamento settimanale prima di sciogliere ogni possibile dubbio. Quello che non cambierà sicuramente sarà l’approccio al match e la filosofia di gioco della squadra amaranto.

Prevendita. Sono circa un migliaio i tagliandi staccati per la gara di domenica al Granillo tra Reggina e Benevento. Numeri al momento nettamente più bassi rispetto a quelli abituali ma, considerati ancora i quattro giorni mancanti alla partita, tutto fa pensare che anche contro i campani ci possa essere una buona cornice di pubblico. Si parte sempre dalla base degli abbonati, superiori alle quattromila unità, forse non si supererà la barriera delle diecimila presenze ma anche questa volta il pubblico di fede amaranto non farà mancare il proprio calore e sostegno alla squadra di Inzaghi soprattutto in una fase del campionato molto delicata.

Reggina ai Mondiali. Sorpresa in Qatar, durante la partita dei mondiali tra Marocco-Croazia spunta una bandiera amaranto. Ad esporla Mourad, un ragazzo di origini marocchine ma residente a Reggio Calabria e presente allo stadio Al-Bayt: la sua foto con la bandiera della Reggina in mano è diventata “virale” in pochissime ore.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook