Venerdì, 06 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Inaugurato l'Anno giudiziario a Reggio Calabria, le foto della cerimonia

Con la consegna del "bastone della giustizia" e l'Inno nazionale suonato dall'Orchestra giovanile dello Stretto (composta da giovani dai 10 ai 18 anni d'età) è iniziata anche a Reggio la cerimonia di inaugurazione del nuovo Anno giudiziario.

Per il terzo anno consecutivo l'incontro si sta tenendo alla Scuola allievi carabinieri visto che ancora tardano i lavori di completamento del nuovo Palazzo di Giustizia a Reggio come evidenziato dallo stesso presidente della Corte d'appello di Reggio, Luciano Gerardis, nella sua relazione sottolineando la scelta di una «sede impropria che però non incide in alcun modo sulla immagina di una magistratura terza ed imparziale».

Diversi i temi trattati dal presidente Gerardis nella sua relazione che fotografa lo stato di salute della giustizia nel distretto giudiziario di Reggio (quindi anche Locri e Palmi). «Anche la magistratura registra un netto miglioramento aumentando di ben 5 punti percentuali il consenso dell'anno precedente. Secondo i dati relativi all'intero distretto, raccolti dalla Prefettura per gli anni 2016 e 2017, diminuiscono di oltre il 10% i reati».

«Diminuiscono i reati più efferati contro la persona, omicidio e tentati omicidi in primis - presegue -. Diminuiscono nettamente anche fenomeni come gli sbarchi di migranti che pure nel nostro territorio non hanno mai costituito un problema di ordine pubblico. Il nostro sistema purtroppo appare fortemente deformato. Intanto per una 'ndrangheta tentacolare, infiltrata in tutte le categorie sociali predominante sul mercato dell'economia».

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook