Domenica, 04 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Cultura

Home Foto Cultura Teatro a Moschetta, orgoglio di Locri

Teatro a Moschetta, orgoglio di Locri

di

Una volta inaugurato questo teatro dobbiamo pensare in grande, perché non abbiamo nulla da invidiare a Siracusa e Taormina». Rendono bene l’idea delle aspettative della gente della Locride le parole dell’imprenditore Nicola Capogreco, che insieme alla moglie ha ceduto a titolo gratuito un appezzamento di terreno per poter completare il teatro all’aperto di contrada Moschetta, a poche centinaia di metri dal sito archeologico di Locri Epizefiri e a due passi dall’omonimo borgo. Una struttura talmente grande - offre 3500 posti a sedere – e funzionale (oltre che facilmente raggiungibile dalla Statale 106) da poter davvero ospitare grandi eventi.

È stata inaugurata mercoledì all’imbrunire, con una buona partecipazione di pubblico e un parterre gremito di autorità, a cominciare dal prefetto di Reggio Calabria Massimo Mariani, i vertici provinciali delle forze dell’ordine, il vescovo di Locri-Gerace monsignor Francesco Oliva, che il sindaco di Locri Giovanni Calabrese ha simpaticamente ringraziato «per aver fatto piovere un po’ di acqua santa» riferendosi a qualche goccia di pioggia che prima dell’inizio della cerimonia aveva fatto temere il peggio.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud – Reggio

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook