Domenica, 20 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo

Breakdance, Mowgly da Amici alle gare mondiali: il ballerino calabrese eletto il più bravo d'Italia

di

Il cuore è sempre lì, nella “sua” Gallico Marina, dove una delle grandi passioni di Cristian Bilardi, (“Mowgly” il nome d’arte), oltre al ballo, è andare a pescare con la barca di famiglia, insieme con il fratello maggiore Antonino.

Ma, intanto, per il giovane reggino – brillante campione in carica, per la sezione italiana, di Red Bull BC One, la più importante manifestazione internazionale di breakdance (i titoli sono stati conquistati nel 2016 e nel 2018) – è stimolante sventolare la bandiera italiana nel mondo.

«Giappone, Germania, Amsterdam: chi avrebbe potuto mai immaginare che un giorno potessero ospitare la sua arte! E invece, Cristian ha dato scatto matto a nomi consolidati della specialità e, adesso, ovunque si esibisca, si conferma il breaker d’Italia più bravo», sottolinea con un sorriso Giancarlo, il fratello che gli ha fatto da istruttore, trasmettendogli la passione per la danza, e che adesso si definisce con orgoglio «sua musa ispiratrice e spinta emotiva».

Cristian da qualche mese è anche uno dei volti più amati di “Amici” di Maria De Filippi, il seguitissimo programma di Canale 5 che al termine di una dura scuola valorizzerà il miglior giovane talento del ballo e della musica.

Tra i concorrenti passati attraverso i casting, Mowgly – oltre ad ottenere l’ammissione – si sta ritagliando un ruolo da protagonista con la speranza, dopo le impegnative sfide settimanali, di arrivare al “serale”, quando i migliori si giocheranno la finale. Proprio nell’ultima puntata pomeridiana, Mowgly è stato chiamato a difendere il banco dall’aspirante allievo Fabio.

A giudicarli un campione di breakdance, che – dopo aver valutato le esibizioni – ha premiato senza esitazioni Bilardi.

«È un momento bellissimo per lui ed una grande emozione per noi. Non vediamo l’ora che arrivi sera per sentirlo al telefono, visto che per tutta la giornata è impegnato nelle prove», racconta papà Giovanni, titolare di una impresa idraulica a Gallico.

Ventitré anni da compiere il prossimo 14 aprile, Cristian deve dire grazie a quell’arte straordinaria che madre natura gli ha donato e ne fatto uno splendido interprete della break dance.

La svolta è arrivata quando ha conquistato i titoli “Red Bull BC One” e “Battle of the year” (considerato il contest più famoso al mondo). Traguardi fondamentali che hanno suggellato una irresistibile passione per questa danza di strada iniziata sei anni fa. Ogni sito – scalinate, la stazione e, soprattutto, Parco Cartella, proprio nel cuore di Gallico, sede di numerose iniziative culturali e concerti e ritrovo per molti giovani – diventa lo scenario ideale per “liberare” le tecniche e le mosse più spettacolari di una specialità di ballo propria della cultura hip hop.

«Subito Cristian ha mostrato una marcia in più, riuscendo a realizzare in sei mesi quello che altri fanno in diversi anni di lavoro», sottolinea ancora papà Giovanni che lo segue spesso nei contest internazionali, mentre, nel frattempo, mamma Maria è diventata presidente di una scuola di breakdance (la famiglia si completa con la più piccola, Chantal).

«Abbiamo pensato – dice Giancarlo che ha aperto la struttura assieme a Cristian – che potesse essere un’alternativa ed un impegno per tanti giovani della nostra città. Ma poiché Cristian è attualmente impegnato con “Amici” ed io nelle lezioni da ballo, ci siamo fermati, con la promessa di riprendere al più presto».

Affermarsi nel mondo dello spettacolo o vincere un Mondiale rappresentano il sogno nel cassetto – o, forse, ben custodito nel fondale del suo splendido mare – per questa eccellenza reggina dai capelli lunghi (come il personaggio del “Libro della giungla” che lo ha ispirato).

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook