Mercoledì, 01 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Società

Home Foto Società Corrireggio, una festa da 40 anni. Vince ancora una volta il fair play

Corrireggio, una festa da 40 anni. Vince ancora una volta il fair play

di

Lo stile informale e familiare che da 40 anni accompagna la Corrireggio si è riversata anche a Palazzo Alvaro, sede della Città Metropolitana dove ieri si è svolta la festa conclusiva della gara podistica organizzata da Legambiente.
Ad aprire le premiazioni due bambini. Il primo si chiama Salvatore Falcone e ha 6 anni. Suo malgrado, è stato protagonista di una bella storia di sportività e fair play. Ha partecipato alla corsa senza passare dal punto di viraggio e arrivando quindi fra i primi nella corsa non competitiva. Registrato erroneamente all’arrivo ha generato non pochi affanni all’organizzazione che ci ha tenuto a rintracciarlo per spiegare ai genitori l’impossibilità di premiarlo. I genitori stessi non solo non hanno avuto nulla da ridire ma si sono prodigati per spiegare che loro stessi avevano segnalato all’arrivo il percorso ridotto. Proprio questa sollecitudine e dimostrazione di correttezza è stata premiata in apertura di manifestazione dallo staff organizzatore.
La seconda premiata fuori dagli schemi è stata l’ancor più piccola Iris alla sua prima partecipazione alla gara. Talmente entusiasta di aver partecipato «che – racconta il papà Gaetano Tramontana – tornata a casa ha continuato a correre dicendo di volere partecipare ancora alla Corrireggio».
«Lei – ha detto Barillà – rappresenta il nostro futuro». E poi ci sono i tanti atleti e amatori – oltre 1200 gli iscritti – che hanno segnato la parte sportiva. Per la competitiva i primi vincitori assoluti sono stati Alberto Caratozzolo, Pasquale Praticò e Domenico Macrì per i maschi. Mentre Rosa Ciccone, Maria Rosa Caracciolo e Claudia Cuglitori, per le femmine. La non competitiva ha visto Andrea Meduri seguito da Antonio Postorino e Antonino Ielo per i maschi. Per le femmine: Teresa Ioculano, Antonella Venticinque e Yasmin Barkoumi. Premio speciale per l’atleta Alessia Bellino, testimonial della gara.

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook