Domenica, 23 Settembre 2018
REGGIO

Processo “Bellu lavuru”
La Corte di Cassazione
conferma 22 condanne

bellu lavuru, Reggio, Calabria, Archivio

L’unica posizione che andrà rivista è quella di Carmelo Tuscano, 52 anni, di Bova marina, che in appello aveva incassato la condanna a 4 anni e 8 mesi di reclusione. I giudici della V sezione della Suprema Corte hanno accolto l’istanza del difensore di Carmelo Tuscano, l’avvocato Giuseppe Putortì, che aveva brillantemente evidenziato
«l’assoluta illogicità della sentenza in relazione alla certa identificazione del Tuscano (il quale non era mai stato colloquiante nelle intercettazioni ambientali ma solo chiamato
in causa) e ai presupposti della partecipazione alla associazione Vadalà». Ed ancora, a parere del penalista reggino, «nessun elemento probante poteva ritenersi la circostanza che Tuscano fosse stato per lungo tempo presidente della cooperativa bovese la quale si era aggiudicata numerosi appalti nel comune di Bova». Per Carmelo Tuscano si impone adesso un nuovo processo d’appello con sede, secondo l’ordine della Cassazione, nella Corte d’Appello di Messina.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X