Venerdì, 21 Settembre 2018
REGGIO

Criminali in piena
azione tra “botti”
e veri ordigni

botti, Reggio, Calabria, Archivio

Circa quaranta minuti dopo la mezzanotte, un ordigno esplosivo ha devastato la saracinesca di un negozio di generi alimentari di proprietà di S. M. Ubicato in via Italia, i malviventi hanno scelto però di collocare la bomba rudimentale davanti l’ingresso sito nella traversa (via Zara). L’alimentali in questione è praticamente “storico” nel quartiere Santa Caterina e il proprietario, disperato per gli ingenti danni, non ha saputo fornire agli inquirenti alcun elemento utile a identificare gli autori dell’ignobile gesto. Circa cinque minuti più tardi, un’altra deflagrazione ha richiamato l’intervento dei militari dell’Arma in via Lia, diramazione privata: ad essere preso di mira dai “bombaroli” è stato lo studio medico di cui risulta intestatario R.M. Anche in questo caso a fare le spese dello scoppio è stata la saracinesca d’ingresso. La scia è proseguita ieri sera, intorno alle 22: i carabinieri sono dovuti intervenire nei pressi degli Ospedali Riuniti, all’altezza del semaforo, sempre per un ordigno esplosivo collocato e fatto esplodere davanti i locali che ospitano un’impresa di onoranze funebri. Danni da quantificare e “movente” da accertare... il compito che spetta agli investigatori.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X