Martedì, 24 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Un'isola felice che raccoglie i rifiuti a dorso del somaro
RIACE

Un'isola felice che raccoglie i rifiuti a dorso del somaro

raccolta rifiuti, Reggio, Archivio
A Riace i somari vengono utilizzati per la raccolta dei rifiuti

Emergenza rifiuti, l’altra faccia della medaglia. Quella di Riace dove il sindaco Domenico Lucano  ha vinto la sua sfida con precarietà e disservizi,  applicando la “differenziata” in maniera originale ed economica,  esempio di efficenza in grado di richiamare l’attenzione della grande stampa e dei media nazionali. Una pulizia fuori dal comune,  e che sorprende l’osservatore abituato, soprattutto in questo periodo, a vedere ammassi di rifiuti in ogni angolo della Locride.
Se, dunque, Riace, sino a poco tempo addietro, con Caulonia e Stignano,  era additata come un bell’esempio per le politiche di integrazione per gli immigrati, tanto da far rinascere il borgo aprendo le case disabitate da decenni, ristrutturando tutto, e creando laboratori e posti di lavoro, adesso può anche diventare un nuovo  esempio di capacità ed efficenza nella raccolta dei rifiuti e nel loro smaltimento. Il sindaco Lucano ha infatti inventato anche la raccolta differenziata porta a porta con gli asini, che si inerpicano tra le stradine trainando carri di legno fatti appositamente costruire da un gruppo di nomadi, al pari dei contenitori di legno, allocati nei pressi delle abitazioni nei quali i cittadini  conferiscono i loro rifiuti perfettamente selezionati grazie alle puntigliose informazioni fornite dagli stessi addetti al ritiro.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook