Mercoledì, 26 Settembre 2018
PALMI

Omicidio Raso, i Cc
chiudono il cerchio

raso, Reggio, Calabria, Archivio
antonio raso e tropeano

Avrebbe concorso all’omicidio di Francesco Raso. È questa la pesante accusa che dalla giornata di ieri pende sul capo di Antonio Raso, 27 anni di Cittanova, tratto in arresto dai Carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro, guidati dal capitano Francesco Cinnirella. I militari hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Palmi, Fulvio Accurso, su richiesta della locale Procura retta dal procuratore capo, Giuseppe Creazzo, e rappresentata dal sostituto procuratore Enzo Bucarelli. Antonio Raso è stato fermato sulla scorta «del grave quadro indiziario» emerso a seguito delle accurate indagini condotte dal Comando di Gioia Tauro nel corso degli ultimi mesi, perché ritenuto responsabile, in concorso, sia dell’omicidio del 55enne Francesco Raso, avvenuto in contrada Vennarella l’11 marzo scorso, che del reato di detenzione e porto abusivo in luogo pubblico della pistola cal. 7,65 con matricola abrasa con la quale Vincenzo Tropeano, avrebbe ucciso suo cognato.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X