Domenica, 03 Luglio 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Omofobia, a Reggio "flash mob" per dire no
LA GIORNATA MONDIALE

Omofobia, a Reggio
"flash mob" per dire no

Un "flash mob" è stato organizzato dall'Arcigay in piazza a Reggio Calabria. L'iniziativa si inserisce nel contesto della Giornata mondiale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia, istituita, nel 2007 dall'Unione Europea a seguito della decisione dell'organizzazione mondiale della sanità, presa proprio il 17 maggio del 1990, di declassificare l'omosessualità dall'elenco delle malattie mentali. 

I partecipanti al "flash mob" promosso dalla comunità Lgbt, si sono ritrovati dapprima in piazza Italia per poi attraversare la galleria di Palazzo San Giorgio fino ai gradini del Teatro Cilea dove hanno esposto cartelli con la frase "Lo stesso amore, gli stessi diritti" e disteso una grande bandiera arcobaleno. La manifestazione reggina, come hanno sottolineato i dirigenti dell'Arcigay reggina, giunge a pochi giorni dalla decisione del Consiglio comunale di Reggio Calabria di approvare l'istituzione del Registro delle Unioni Civili. Una decisione definita "storica per la città" dai vertici dell'associazione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook