Sabato, 25 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Uccide la compagna e poi s’impicca
REGGIO CALABRIA

Uccide la compagna e poi s’impicca

 Dramma familiare a Reggio Calabria. Un uomo di nazionalità romena, Gheorghe Sandu, ma da tempo residente nella città dello Stretto ha ucciso la compagna, Fanica Stamate, molto probabilmente soffocandola, e poi si è impiccato. Questa almeno la prima ricostruzione della compagnia cittadina dei Carabinieri che sono intervenuti nella notte tra mercoledì e giovedì nella centralissima via Spagnolio a due passi da una delle piazze più conosciute della città. I due conviventi, 64 anni l'uomo, 47 anni la donna, sono stati ritrovati dai militari dell'Arma in un appartamento al quinto piano di uno stabile già privi di vita. Molto probabilmente il terribile omicidio-suicidio risale a qualche giorno addietro. Sono stati, infatti, i vicini di casa, dopo aver sentito odori nauseabondi provenienti dall’appartamento, ad allertare le forze dell’ordine. La scena che si sono trovati davanti i militari è stata raccapricciante: la casa messa soqquadro e i due corpi senza vita. Quello della donna presentava lividi e contusioni al volto; quello dell’uomo era vicino al balcone con del nastro adesivo intorno al collo. Accanto al probabile soffocamento come causa della morte della donna, c’è anche l’ipotesi che la stessa sia stata uccisa in seguito alle percosse subite. Sarà comunque adesso l’autopsia a stabilire le cause esatte dei decessi. I corpi, infatti, erano stati già trasportati agli Ospedali Riuniti nella notte in attesa dell’esame autoptico. La pista passionale, sulla base degli elementi raccolti, è, al momento, quella maggiormente accreditata anche perché in passato i due avevano avuto numerosi litigi provocati proprio dalla gelosia dell’uomo. Gli inquirenti, nel tentativo di raccogliere il maggior numero di elementi per accertare la precisa dinamica di quanto è accaduto, hanno sentito i vicini di casa ed i conoscenti della coppia. In particolare, si sta cercando di verificare quando i coniugi, o almeno uno dei due, siano stati visti per l'ultima volta in modo da risalire così al giorno in cui sarebbe avvenuto l’omicidio-suicidio. Secondo quanto trapelato nella serata di ieri la coppia da tempo litigava spesso a causa della forte gelosia dell’uomo più grande della donna di 17 anni. Forse l’ultima lite ha superato tutti i limiti e una volta accortosi che la donna era morta l’uomo ha deciso di farla finita impiccandosi. Adesso non resta che aspettare le risultanze dell’a u t o psia e capire a quando risalgono i fatti. Anche perché, in base alle primi informazioni in possesso dei Carabinieri, i due non avevano in città parenti che avrebbero potuto fornire indicazioni più precise sui fatti. L’unica certezza è che quello successo a Reggio è l’ennesimo dramma familiare che si è consumato tra le mura domestiche.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook