Mercoledì, 20 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Reggino in trasferta beccato con l'eroina
GIOIA TAURO

Reggino in trasferta beccato con l'eroina

di
antonio nucera, eroina, Reggio, Calabria, Archivio
Reggino in trasferta beccato con l'eroina

Un giovane di Reggio Calabria, Antonio Nucera, 33 anni, è stato arrestato dai carabinieri sulla Strada statale 18 a Gioia Tauro ed è finito ai domiciliari per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Erano da poco trascorse le 24 di lunedì quando Nucera, alla guida di una utilitaria, è stato fermato sulla strada che corre alla periferia est di Gioia ad un posto di blocco dai militari del nucleo radiomobile della locale Compagnia, impegnati in un servizio di controllo dell’area urbana disposto dal capitano Lombardo.

Dopo la perquisizione della vettura, i carabinieri hanno proceduto ad una perquisizione personale. Nucera aveva in tasca dieci grammi di eroina sistemati in un piccolo contenitore di plastica, destinati probabilmente a qualche acquirente col quale aveva forse appuntamento. È stato il suo atteggiamento molto nervoso a spingere i carabinieri alla perquisizione finita col ritrovamento, nella tasca di un giubbotto, della “polverina”.

Dichiarato in arresto in flagranza di reato, è stato portato negli uffici della Compagnia in via Provinciale. Il sostituto di turno della Procura della Repubblica di Palmi ha disposto ieri mattina i domiciliari in attesa dell’interrogatorio di garanzia già fissato per la giornata odierna.

I carabinieri hanno pertanto provveduto a trasferire Antonio Nucera nella sua abitazione al quartiere Arghilà di Reggio Calabria. I militari del nucleo investigativo sono al lavoro per tentare di scoprire la provenienza della sostanza stupefacente.Controlli prostituzione

Continuano i servizi di controllo straordinario del territorio predisposti nella Piana di Gioia Tauro dal questore Raffaele Grassi. Personale del Commissariato di Gioia Tauro ha svolto numerosi accertamenti tra Rosarno, San Ferdinando e Candidoni. In quest’ultimo centro sono state sottoposte a controllo 10 donne maggiorenni, tutte sprovviste di documenti di identità ed in palese atteggiamento tipico dell'esercizio della prostituzione. Le donne (6 rumene, 2 bulgare e 2 nigeriane), sono state identificate negli uffici del Commissariato di Gioia Tauro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook