Venerdì, 20 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
IL CASO

Locri, a rischio il funzionamento dell'elisoccorso in ospedale

di

Sarebbe a rischio il funzionamento dell'elisoccorso dell'ospedale di Locri, ma i dirigenti dell'Asp reggina esternano perplessità; infatti evidenziano che sarebbe «assurdo ritenere che l'elisuperficie possa essere chiusa per aspetti banali e facilmente risolvibili quali la mancanza di un progettino con parere dei Vigili del fuoco o il mancato interramento di un contenitore-erogatore di carburante».

La constatazione che le criticità evidenziate siano «banali e di facilissima soluzione», riporta la Gazzetta del Sud in edicola, fa seguito alla nota ammonitrice dell'Enac, che mette a rischio l'importante presidio dell'Emergenza-Urgenza. Non a caso il sindaco di Locri, Giovanni Calabrese, temendo che l'elisoccorso abbia le ore contate «per mancanza di requisiti» e chiedendosi «a chi possa giovare tutto questo», esterna forti perplessità.

La nota che l'Ente nazionale per l'aviazione civile (Enac), ha trasmesso all'impresa Gam (che gestisce l'elisuperficie) fa emergere il rischio concreto del blocco dei voli. Ad individuare le criticità e a segnalarle all'Enac, è stato l'Ufficio prevenzione incendi del Ministero degli Interni.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook