Sabato, 21 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
RICORSO RESPINTO

La “Aet” di Cuzzocrea resta interdetta, il Tar premia la linea della Prefettura di Reggio

confindustria, prefettura di reggio, Società Aet, tar, Andrea Cuzzocrea, Michele di Bari, Reggio, Calabria, Cronaca
Prefettura di Reggio Calabria

E' stata confermata l'interdittiva antimafia da parte della prefettura di Reggio Calabria emessa nei confronti della società "Aet" di cui è contitolare l'ex presidente di Confindustria, Andrea Cuzzocrea. Con una decisione nel merito i giudici amministratiti reggini mettono la parola fine - in primo grado - alla estenuante vicenda che va avanti dal 2017 quando l'ex prefetto Michele di Bari notificò il provvedimento. La Aet è una grande impresa di costruzioni che si era aggiudicata la gara milionaria dell'appalto per la costruzione del parcheggio multipiano che doveva servire per il nuovo Palazzo di Giustizia.

«Alla luce di questa interdittiva - aveva commentato allora Cuzzocrea -, ho immediatamente comunicato al Direttivo di Confindustria Reggio Calabria la volontà, che formalizzerò domani (oggi per chi legge, ndr.), di rassegnare le mie irrevocabili dimissioni dalla carica di presidente dell'Associazione. Esprimendo piena fiducia nella magistratura amministrativa, competente su questa materia, impugneremo in sede giurisdizionale il provvedimento interdittivo, nella consapevolezza della legittimità e della correttezza delle nostre condotte».

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Reggio Calabria in edicola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook