Lunedì, 22 Luglio 2019
stampa
Dimensione testo
IL CASO

Ambulanza usata come "taxi": è polemica all'ospedale di Locri

di

Le autoambulanze del 118 di Locri continuano ad essere impiegate per compiti secondari, di mero trasferimento di pazienti da ospedale a ospedale, e non per interventi «seri e indifferibili rientranti nel contesto dell'emergenza-urgenza».

E così capitano cose come quella accaduta ieri. In mattinata, infatti, l'unica autoambulanza del 118 abilitata a svolgere interventi di emergenza-urgenza, nonostante fosse l'unica in servizio è stata sottratta ai propri compiti istituzionali e impiegata come un “taxi”, inviata a Palmi per effettuare un servizio secondario.

Una sorta di goccia che ha fatto traboccare il vaso per gli operatori sanitari dell'emergenza-urgenza e le organizzazioni sindacali di settore che sono tornati a sottolineare l'urgente necessità di incrementare l'obsoleto parco delle autoambulanze della postazione locrese.

L'articolo completo nell'edizione odierna di Reggio della Gazzetta del Sud.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook