Domenica, 19 Settembre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca L'omicidio di Vincenzo Cordì a Roccella, la moglie si difende: "Non l'ho ucciso"
IL DELITTO

L'omicidio di Vincenzo Cordì a Roccella, la moglie si difende: "Non l'ho ucciso"

di
omicidio, roccella jonica, Francesco Sfara, Giuseppe Menniti, Susanna Brescia, Vincenzo Cordì, Reggio, Calabria, Cronaca
Vincenzo Cordì e Susanna Brescia

«Non ho ucciso il mio compagno, non so nulla, non avrei mai fatto nulla di quanto mi viene contestato». È quanto, in sintesi, avrebbe dichiarato Susanna Brescia nel corso dell'interrogatorio di garanzia che si è svolto ieri nel carcere di Locri al cospetto del gip Sergio Malgeri.

La 43enne Brescia è accusata di concorso dell'omicidio del compagno Vincenzo Cordì, il cui cadavere è stato rinvenuto nel novembre scorso in località “La Scialata” del comune di San Giovanni di Gerace.

Oltre alla donna la Procura di Locri accusa di omicidio altre due persone: si tratta di Francesco Sfara, figlio della donna, e Giuseppe Menniti, che avrebbe avuto una relazione sentimentale con la 43enne residente a Marina di Gioiosa Jonica.

L'articolo completo nell'edizione odierna di Reggio della Gazzetta del Sud.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook