Martedì, 04 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Trattativa Stato-mafia, il processo d'appello di Reggio a porte chiuse
TRIBUNALE

Trattativa Stato-mafia, il processo d'appello di Reggio a porte chiuse

mafia, processo, Antonino Cuzzola, Armando Palmieri, Eduardo Mormile, Giuseppe Graviano, nino fiume, Rocco Santo Filippone, Salvatore Pace, Vittorio Foschini, Reggio, Calabria, Cronaca
Tribunale di Reggio Calabria

Dopo la pausa forzata causa emergenza Covid riprende, al palazzo di giustizia di Palermo, a 'porte chiuse', il processo di appello sulla cosiddetta trattativa tra Stato e mafia. Lunedì 18 davanti alla II sezione della Corte di assise di appello deporranno, in videoconferenza i collaboratori di giustizia il calabrese Nino Fiume e l’alcamese Armando Palmeri.

In programma il 26 maggio invece l’audizione degli altri pentiti calabresi, Salvatore Pace e Antonino Cuzzola mentre il collaboratore Vittorio Foschini deporrà l’8 giugno.

I collaboratori di giustizia calabresi dovranno essere sentiti su punti specifici di cui hanno parlato, proprio a Reggio Calabria, nel procedimento che vede imputati il boss mafioso di Brancaccio, Giuseppe Graviano e Rocco Santo Filippone, in particolare sul movente ed i mandanti dell’omicidio dell’educatore carcerario Eduardo Mormile, il primo ad essere rivendicato dalla «Falange Armata». Mentre Palmeri, ex boss di Alcamo, sarà sentito su alcuni incontri, avvenuti nell’estate del 1992, con uomini dei servizi.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook