Mercoledì, 25 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reggio Calabria ostaggio di tonnellate di rifiuti, emergenza ancora senza soluzioni
LA CRISI

Reggio Calabria ostaggio di tonnellate di rifiuti, emergenza ancora senza soluzioni

di

Bruciati, lanciati, abbandonati, trascinati dall'acqua piovana. I sacchetti di rifiuti sono ovunque. Non c'è una strada da un capo all'altro di Reggio Calabria che sia esente da quello che è tristemente diventato negli ultimi sei mesi un elemento di arredo urbano.

Il problema continuano a essere i conferimenti. I capannoni dell'impianto di Sambatello sono straripanti. Di media escono al giorno circa 70 tonnellate, meno della metà rispetto alla media giornaliera. Rifiuti diretti nella lontana Puglia.

Poi c'è il termovalorizzatore di Gioia Tauro fermo per via dei problemi di manutenzione, solo una delle due linee opera ma non a pieno regime. In questo quadro poi si è inserito l'incendio dell'impianto di Siderno che ha bloccato un altro canale di conferimenti.

L'articolo completo nell'edizione odierna di Reggio della Gazzetta del Sud.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook