Giovedì, 21 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Reggio, la Corte dei conti boccia l’Asp. "Assoluta opacità amministrativa"
LA BOCCIATURA

Reggio, la Corte dei conti boccia l’Asp. "Assoluta opacità amministrativa"

di
A distanza di anni non si riesce ancora a venire a capo dei bilanci mai approvati e della reale entità del "buco nero"
Reggio, Cronaca
La sede dell'Asp di Reggio Calabria

Se a livello generale permangono «i ritardi nei pagamenti e il disavanzo, patologie che determinano pagamenti ultronei e sanzioni, con inevitabile sottrazione di risorse alle prestazioni sanitarie per la collettività, persino nei livelli essenziali di assistenza», nel panorama disastrato della sanità regionale il caso dell’Asp di Reggio è addirittura paradossale: «Già nella precedente relazione di parifica la sezione di controllo aveva rappresentato la grave situazione dell’Azienda sanitaria in  questione, in particolare per l’omessa approvazione dei bilanci». È il debito di un miliardo (presunto) che torna a galla nel giudizio di parificazione del rendiconto generale della Regione per l’esercizio 2019, celebrato ieri a Catanzaro.

Fra l’altro, la sezione controllo della magistratura contabile fa presente che a gennaio 2020  ha chiesto informazioni ai presidenti dei collegi dei revisori di Asp e aziende ospedaliere  «con riguardo all’esposizione debitoria» e  ai livelli essenziali di assistenza. L’Asp reggina «è l'unica che non ha fornito riscontro». E  «alla data di stesura della bozza di relazione della sezione  non risulta  approvato, per l’esercizio 2019, il bilancio consuntivo».

Leggi l'articolo completo sull'edizione cartacea di Gazzetta del Sud - Reggio

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook