Venerdì, 26 Febbraio 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Morto di Covid Bartolo Tarsia, medico di famiglia di Reggio Calabria
CORONAVIRUS

Morto di Covid Bartolo Tarsia, medico di famiglia di Reggio Calabria

"Governo, Regione, Commissari, devono mettere in sicurezza i camici bianchi, solo così potremmo fermare questa macabra conta di perdite di vite, e sconfiggere il virus”, il commento accorato del segretario nazionale Fismu, Francesco Esposito

Bartolo Tarsia, medico di famiglia di 69 anni, di Reggio Calabria, colpito dal Covid19, è deceduto dopo una lunga lotta contro il virus e 15 giorni di ricovero in ospedale. La commozione della Federazione Italiana Sindacale Medici Uniti-Fismu, con la dichiarazione del segretario nazionale Francesco Esposito: “Dopo il lutto per un collega del 118 a Trebissace la scorsa settimana, un’altra drammatica perdita per la nostra regione, per i medici tutti e per il nostro sindacato: era un nostro iscritto. Lo piangiamo e porgiamo la nostra grande solidarietà alla sua famiglia”.

“Lo conosceva e stimava tutta la città ed era un grande professionista, un noto medico di famiglia sempre in prima linea con i suoi pazienti - conclude Esposito - purtroppo questa epidemia ci sta costringendo a convivere con queste tragedie, ma non possiamo rimanere inerti rispetto a questa emergenza, dobbiamo reagire, o meglio devono reagire le istituzioni pubbliche: troppo alto il prezzo che stanno pagando i medici italiani e le loro famiglie. Governo, Regione, Commissari, devono mettere in sicurezza i camici bianchi, solo così potremmo fermare questa macabra conta di perdite di vite, e sconfiggere il virus”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook